Follow:
    Into the read, Recensioni

    Playlist di luglio, col male che ti voglio

    Playlist di luglio, col male che ti voglio - interno storie

    Avrei voluto intitolare questa playlist “lido Italia”. Da tempo avevo pensato ad alcuni autori nazionali più nelle mie corde, avevo appuntato titoli, fatto supposizioni sui tempi di lettura. Complice un senso di stanchezza, forse blocco, una distrazione imperante che mai mi aveva braccata così, ho dovuto rivedere i miei programmi. Mi sono presa persino delle lunghe pause tra un titolo e un altro, credendo di alleviare questo torpore e riattivare un certo metabolismo letterario. Qualcuno mi aveva consigliato di staccare la spina, ma non è così facile per chi ha un blog rimanere nel silenzio per un tempo indefinito. Continua a leggere…

    Share:
    Into the read

    Leggere, ascoltare: racconti e podcast sotto l’ombrellone

    Leggere ascoltare riviste e podcast sotto l'ombrellone - interno storie

    Nella valigia infili il costume, le Birkestock (che estate è senza?!?), lo smalto, il cappello di paglia, qualche lettura… gli essenziali per un soggiorno sereno, confortevole.
    Metti il caso che i libri che hai portato in vacanza non ti piacessero, o invece che li avessi terminati e hai ancora cinque giorni per non pensare a come digerire l’anguria. Allora colmiamo il vuoto letterario con alcune riviste – è il terzo anno che le consiglio – alcuni podcast da ascoltare gratuitamente anche se leggere gratis non è un diritto, ce lo dovremmo ricordare. Acquistiamo un libro, dovremmo pagare anche gli articoli. Continua a leggere…

    Share:
    Into the read, I piccolini

    Giorni d’estate: cosa leggerò e vedrò durante le vacanze

    Giorni d'estate: cosa leggerò e vedrò durante le vacanze- interno storie

    Le liste mi piacciono molto, le compilo e leggo quelle degli altri ma trovo insopportabile quando un libro o una playlist musicale sia categorizzata (per chi viaggia da solo, chi ama la natura…): i consigli dovrebbero limitarsi ad essere tali, senza aggiungere ulteriori attributi se non la possibilità di scelta e di ulteriori stimoli. Perché se non c’è una cosa più bella d’estate è dedicare del tempo per sé stessi, a cominciare dalle letture che intratterranno i giorni di vacanza. Continua a leggere…

    Share: