Categorie
Comodini

Comodini, storie di libri e oggetti

Sul comodino. Libri. Agenda. Scatola di latta. Sveglia. Balsamo per le labbra. Fazzoletti. Penne. Lampada. Un cumulo di cose. Pile di libri. Storie di comodini.
A meno che non siate dei monaci tibetani, il comodino è sempre stato crocevia di ricordi e magazzino di cianfrusaglie. Ci finisce di tutto e spesso rivela tanto di noi attraverso dettagli – imbarazzanti o non – di ordine e sfumature.
Comodino. Anzi Comodini. Una rubrica.
Avevo in cantiere questa rubrica da diversi mesi, ho rimandato fino a quando non mi sono trasferita su internostorie.it. Progettando questo sito, temevo che non avrei dato la giusta importanza, così ho preferito dedicare il tempo e la cura necessari per imbastire un banner adeguato (spero vi piaccia) e un programma più coerente, oltre all’entusiasmo che si deve ad ogni nuova idea. Quando nel post di benvenuto vi accennavo all’arredamento di questa casa mi riferivo a ciò. La luce scalda gli interni, i libri ci sono – e anche tanti – , devo trovare una collocazione adeguata.
Iniziamo dai Comodini. L’estensione del letto e di noi. Racimoliamo quanto di più ci appassiona, ci rasserena al risveglio prima di affrontare la giornata, legami affettivi fatti di fogli di carta, tazze preferite dalle quali sorseggiare un buon tè, libri da sfogliare e risfogliare. Pietre miliari o titoli buffi, letture da ricordare.
Comodini è il nome di questa rubrica e ospiterà il comodino di un blogger o persone amiche che si occupano di editoria o di altro. Sarà un mettere a fuoco su alcuni aspetti che lo circondano.
La prossima settimana sarò io a inaugurare la rubrica così da fugare qualsiasi dubbio anche per i miei ospiti. Sarà l’appuntamento di ogni mese. Ci introdurremo nelle camere da letto per spiare i libri, gli oggetti più cari e persino tracce musicali per restituirci un ritratto più intimo di se stessi, un’incursione nelle vite degli altri.
Nessuna recensione, quindi, ma proporre brani brevissimi di libri che in qualche modo hanno segnato un periodo o sono le letture del momento. Un modo per raccontarsi attraverso i titoli più amati, cose e sentimenti; rivelare personalità, lati nascosti. Uno spazio leggero come quando la sera si affonda la testa sul cuscino, i pensieri si fanno più chiari e gli occhi vagano sulle pagine.

10 risposte su “Comodini, storie di libri e oggetti”

Marina, che bellezza! Sono entusiasta abbestia di questa nuova rubrica :). Il comodino è da sempre stato uno dei miei luoghi preferiti e sono d’accordo con te: ci rispecchia alla perfezione. Quindi, evviva! (e il banner ci piace assai^^)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *