Follow:
Fuori dai libri

Un incontro meridiano

Un incontro meridiano - interno storie

Ci sono ancora le luci di Natale (solo in questi scatti), la brezza che sale dal mare ha il sapore del primo vero freddo. A gennaio è semplice immergersi nell’inverno mite del Sud ma che oggi ha cieli cupi. Le luci timidamente illuminano le strade del centro storico di Tropea prima che cali il buio ed io mi presento alla libreria Il pensiero meridiano, punto di riferimento e rifugio di tanta meraviglia. È sabato 2 gennaio.
Qualche mese fa Chiara, la libraia meridiana, mi ha proposto un incontro con i lettori. Il calendario della libreria è fitto di appuntamenti e attività, date un’occhiata: ne vedrete delle belle.
Quindi, avrei inaugurato il 2016. Panico e gioia. È strano come due sensazioni così opposte si combinino tra di loro e convivano fino a quando l’uno non soppianta l’altra. Un’esperienza unica, forse vissuta con troppa apprensione. Se fosse accaduto il contrario non mi sarei riconosciuta.
Il pretesto è stata la calza della Befana, come riempirla oltre i cioccolatini e le caramelle? Con libri che accompagneranno i primi mesi del 2016.
Tè e biscotti dalle forme natalizie per chi fosse passato di lì: so che è una bella consuetudine per accogliere i lettori durante gli eventi in libreria.

Un incontro meridiano - interno storie
All’inizio la tensione si è fatta sentire, poi mi sono sciolta fino a improvvisare qualche battuta. E in poco tempo si è creata una bella atmosfera, complici gli attenti lettori e librai, così il tardo pomeriggio invernale con il suo strascico delle feste.

Un incontro meridiano 2 - interno storie

Un incontro meridiano 3 - interno storie
Abbiamo parlato di alcune letture interessanti che hanno richiamato altri libri, seguendo un filone tematico più o meno palese. Di quali abbiamo chiacchierato? Il libro dell’inverno di Tove Jansson, L’età della febbre di Minimum fax, Il poeta dell’aria di Chicca Gagliardo, Bruno di Nadia Terranova, Lost in translation di Ella Frances Sanders, Mappe di Aleksandra Mizielinska e Daniel Mizielinski (lo recensirò a breve). I miei suggerimenti si sono intrecciati con le parole di Chiara.

Un incontro meridiano - interno storie

Un incontro meridiano - interno storie

È stato strano osservare da un posizione diversa dall’ascoltare: occhi curiosi puntati in attesa di sentire parole che potessero suscitare interesse.
E alcuni di loro ho piacevolmente chiacchierato, chi ha frequentato la mia stessa scuola o lavora vicino al mio paese, stupirsi di un legame che rimane in qualche modo con il luogo di origine.
Mi sono portata a casa il Mare di Ricardo Henriques e André Letria, prezioso e necessario regalo di Chiara, e Panorama di Tommaso Pincio perché non posso non leggerlo, scelto anche come prossimo libro dal gruppo di lettura organizzato dalla libreria.

Un incontro meridiano - interno storie
Ringrazio Chiara, Libraia con la l maiuscola, per quest’occasione per me importante, una bella iniezione di fiducia. Replichiamo?

Libreria Il pensiero meridiano

Commenti da Facebook

Share:
Previous Post Next Post

Potrebbe interessarti anche...

2 Commenti

  • Reply Ophelinha

    Bravissima*
    Bello vedere che anche in Calabria si affermino sempre più realtà del genere

    14 gennaio 2016 at 11:07
  • Rispondi a Ophelinha Annulla