Follow:
    Recensioni

    Cartografie sentimentali

    Cartografie sentimentali

    Scrive Robert Macfarlane in Luoghi selvaggi mentre prosegue per sentieri impervi, alla ricerca della wildness, che in qualche modo inquadra persino gli strumenti per orientarsi:

    La mappa a griglia si è dimostrata un metodo straordinariamente efficace per convertire il luogo in una risorsa e per elaborare visioni a grande scala dei paesaggi. È una tecnica a cui si devono innumerevoli benefici e progressi. Ma […] ha finito per distruggere quasi completamente la nostra percezione del valore della mappa come racconto: della cartografia fatta di persona, sentita, sensoriale. […] non dovremmo dimenticarci delle mappe-racconto, perché ci mostrano un modo di muoverci dentro a un paesaggio che abbiamo per lo più disimparato.

    Continua a leggere…

    Share:
    Into the read

    2019

    2019 - interno storie

    Devo dire che gli anni che terminano con numeri dispari mi sono antipatici perché nell’eterno gioco degli equilibri qualcuno rimane scompagnato. Pari o dispari che sia, è nota la mia avversità nei confronti dei primi mesi dell’anno, che si protrae fino a buona parte di marzo, termina solo quando l’aria si sprigiona di polline e miele. Continua a leggere…

    Share:
    Into the read, Recensioni

    Playlist di dicembre, sul quaderno del 2018

    Playlist di dicembre, sul quaderno del 2018 - interno storie

    31 dicembre cala la serranda dell’anno, fuori l’aria frizzante dell’inverno, l’euforia delle luci e dei brindisi. Tra le bollicine le speranze per i prossimi 365 giorni.
    Sono sempre restia a fare bilanci, a meno che non incidano con gravità sulla mia vita, perché proprio non comprendo il senso di ulteriore frustrazione. Alle promesse ci credo. In passato sono riuscita a manternerle, tranne in un momento di crollo emotivo che mi ha attanagliata qualche mese fa. In questo caso sono venuta meno alle mie parole, a mia discolpa dico che ho fatto un buon lavoro su me stessa. Dimentico quei minuti.
    Se poi ci sono piccole felicità è bene assaporarle. Posso scrivere sul quaderno del 2018: Continua a leggere…

    Share: