Follow:
Recensioni, I piccolini

I piccolini – La signora degli abissi di Chiara Carminati

I piccolini - La signora degli abissi di Chiara Carminati - interno storie

L’11 febbraio si festeggia la giornata delle donne della scienza, qualche settimana prima si è scatenato un dibattito sulla questione libri e bambine. Alla libreria Controvento di Benevento, un cliente chiedeva un libro da regalare a una piccola lettrice, escludendo in principio i titoli di ambito scientifico, quasi fosse una fortezza inespugnabile, una partita persa in partenza. Da quando le bambine leggono libri simili? A seguito di tale spiacevole episodio, la libraia Filomena Grimaldi e sua sorella hanno affisso in vetrina un bel cartello: un caffè gratis a chi compra un libro di scienza per una bambina.
Eppure la Storia è costellata di simboli femminili che hanno contribuito al progresso delle discipline artistiche e scientifiche, che hanno avuto quasi con certezza meno lustro dei colleghi perché, diciamolo, escludendo qualche eccezione, tutto quell’ingegno gli uomini non lo hanno sempre visto come una minaccia al loro mondo costruito su misura.
Sappiamo come le donne siano oggetto di facili cliché, che hanno poco a vedere con la realtà dei fatti. Oltrepassare questi limiti “imposti” della società, è un buon punto di partenza. Come discuterne.
Editoriale scienza, infatti, ha una collana dedicata proprio alle Donne nella scienza, una galleria di ritratti femminili che toccano i campi più disparati, con l’intento di educare lo sguardo dei più piccoli, superando le differenze di genere.
L’ultimo nato in casa editrice ha che fare con il mare. Chiara Carminati ripercorre la biografia della Signora degli abissi, Sylvia Earle, ingentilita dalle illustrazioni simboliche e penetranti di Mariachiara Di Giorgio. Oceanografia e botanica marina sono gli interessi che hanno guidato la vita di questa donna.
Inizia negli anni Trenta la storia di questa straordinaria figura, il cui cuore batte in mare, in una fattoria del New Jersey lontana dai litorali sabbiosi. Le prime indagini naturalistiche, così chiamate dai genitori tra l’orrore della zia, prendono piede qui fino a scovare in uno stagno il vero campo di osservazione. Individua l’acqua come suo elemento naturale.
Più tardi, complice un trasferimento lavorativo del padre, la famiglia si trova catapultata in Florida.
Il clima favorevole consente di trascorrere molti pomeriggi all’aria aperta. Davanti a Sylvia si apre un mondo di novità: per la prima volta sente che quella immensa distesa salata l’ha sempre attesa.
La giovane ha una mente brillante, è tenace e la sua carriera è tutta in ascesa. Non elenco le tante missioni importanti, i progetti nei quali è stata coinvolta per lasciare il piacere di leggere una biografia appassionata ma soprattutto per cogliere la perfetta sintonia con l’ambiente marino, il canto di libertà di nuotare insieme ai pesci, come scrive Cousteau, una delle sue letture più importanti.
La sua analisi è ben profonda: proteggere tutta questa bellezza è un atto doveroso contro lo scempio umano, per la salvaguardia della vita stessa. Questo è un aspetto costantemente messo in luce dall’esploratrice dei fondali.

I piccolini - La signora degli abissi di Chiara Carminati - interno storie(1)

Tra balene, alghe e nuovi marchingegni per immergersi nei fondali inesplorati, la studiosa è sempre messa alla prova per superare le proprie paure e ancor di più gli ostacoli… umani. Nella meritocratica America, nonostante l’emancipazione femminile fosse un discorso molto dibattuto – la vicenda prosegue negli anni della Rivoluzione giovanile – anche Sylvia ha sperimentato sulla sua pelle la diffidenza e i pregiudizi. Eppure la sua passione marina non ha scalfito gli affetti, i suoi doveri di madre, ne è sempre uscita vincente contro chi ne sminuiva il suo percorso lavorativo.
L’invito, che si dispiega pagina dopo pagina, è di seguire le proprie inclinazioni, non lasciarsi abbattere da inutili chiacchiere senza fondamento.

Il mare fa venire sete. Più ci stai, e più vorresti starci. È una sfida continua: non siamo nati per vivere in acqua, ma da lì veniamo, e alcuni di noi passano la vita a sfiorare i propri limiti per tornarci e per trattenersi il più a lungo possibile.

Sylvia a quel profumo acuto di salsedine non ha mai saputo resistere.

 

Titolo: La signora degli abissi. Sylvia Earle si racconta
Autore: Chiara Carminati, Mariachiara Di Giorgio
Editore: Editoriale scienza
Pagine: 118
Anno di pubblicazione: 2017
Prezzo di copertina: € 12,90
Età di lettura: dagli 11 anni

Commenti da Facebook

Share:
Previous Post Next Post

Potrebbe interessarti anche...

Nessun Commento

Lascia un commento