Categorie
Recensioni

Il 2019 in libri, i miei preferiti

Quest’anno come non mai ho avuto difficoltà a selezionare libri, se non mi fossi imposta l’elenco sarebbe lievitato a dismisura. Con grande rammarico ho lasciato fuori Almarina di Valeria Parella, La via del bosco di Long Litt Woon, L’erba di ieri di Carolina Schutti solo per questioni di minuzie.

Inizio da i più piccoli.
L’uccellino rosso di Astrid Lindgren è diventato uno dei miei libri preferiti dell’autrice svedese, anche merito delle bellissime illustrazioni di Anna Pirolli: tre colori – rosso, bianco, grigio – riaffermando le contrapposizioni narrative. È proprio un’edizione da avere.

Alla ricerca del fiore perduto di Benjamin Flouw (Sinnos) è un libretto delizioso, un racconto illustrato che diventa manuale e quaderno di attività. Su tutto si privilegia il rispetto per la natura, l’unicità.

Può un ricettario veicolare messaggi importanti? Sì. Una festa in Via dei Giardini di Felicita Sala (Electa kids) oltre alle splendide illustrazioni, tratta di convivenza pacifica tra le culture, ossia trovarsi intorno a una tavola imbandita risolve tante questioni.

Come ho scritto un libro per caso di Annet Huizing (La Nuova Frontiera junior) gioca su due livelli: la capacità di andare fino in fondo alla propria storia e presentarsi come uno snello manuale per chi si approccia alla scrittura. Leggero quanto basta.

A volte è complicato trovare il giusto feeling con la letteratura ebraica, soprattutto quando si parla di umorismo. Con Nemici di Isaac Bashevis la comicità, il dramma convivono perfettamente in una prospettiva serrata, che non lesina colpi di scena. Aggiungo, sempre del catalogo Adelphi Il grande mare dei Sargassi di Jean Rhys. Bellissimo.

Elena Ferrante è ritornata con una storia più misurata, ma non per questo si è spenta la sua cifra stilistica così densa di dubbi, cose minute ma necessarie, senso analitico: La vita bugiarda degli adulti (Edizioni e/o) è il nostro ritratto.

Di Confidenza di Domenico Starnone (Einaudi) ne parlerò nella playlist di fine mese, ma per ora vi dico che è stato al di sopra delle mie aspettative.

Valeria Luiselli in Archivio dei bambini perduti (La Nuova Frontiera) ha trovato un modo geniale, personale di raccontare l’immigrazione infantile lungo il confine americano, senza retorica e banalità. Già con La storia dei miei denti ha dato prova di un guizzo in più, nell’ultimo lavoro si è superata.

Anche Akwaeke Emezi in Acquadolce (Il Saggiatore) non è da meno, una maturità stilistica e d’architettura che è difficile riscontare in un’esordiente. Si abita un corpo, radici igbo e tamil, pensieri turbolenti.

Europa. Bonavia di Dragan Velikić (Keller) ruota intorno all’isolamento e lo sradicamento di quattro vite, perse dentro e legate a Belgrado. È un libro molto meditato.

Chi mi conosce sa che il Nord è tra le mie fissazioni, bensì la Grecia di «The Passenger», si è fatta largo, la cui sorte accomuna buona parte del sud del continente, lo svilimento subito per una cattiva gestione della cosa pubblica. Quante tracce rivedo della nostra Italia.

Poi ci sono i Colori d’autunno di Henry D. Thoreau: una piccola sorpresa poetica. I boschi creano tavolozze indescrivibili durante questa stagione, per l’autore americano è un pretesto per trattare del nostro scarso senso di osservazione. L’ho trovato più illuminante di Walden, vita nei boschi. Piccolo e prezioso.

Sul podio, in egual misura: Storia del mediterraneo in 20 oggetti di Alessandro Vanoli e Amedeo Feniello (Laterza), Una volta in Europa di John Berger che purtroppo è fuori catalogo ma reperibile in biblioteca, Il libro dei vulcani d’Islanda di Leonardo Piccione (Iperborea): mare, montagna, Nord e storie antiche, tematiche, sentimenti. Ho trovato la mia dimensione, corrispondono alle mie metamorfosi.

L’uccellino rosso di Astrid Lindgren, Iperborea, 2019
Alla ricerca del fiore perduto di Benjamin Flouw, Sinnos, 2019
Una festa in Via dei Giardini di Felicita Sala, Electa Kids, 2019
Come ho scritto un libro per caso di Annet Huizing, La Nuova Frontiera Junior, 2018
Nemici. Una storia d’amore di Isaac Bashevis Singer, Adelphi, 2018
La vita bugiarda degli adulti di Elena Ferrante, Edizioni e/o, 2019
Confidenza di Domenico Starnone Einaudi, 2019
Archivio dei bambini perduti di Valeria Luiselli, La Nuova Frontiera, 2019
Acquadolce di Akwaeke Emezi, Il Saggiatore, 2019
Bonavia di Dragan Velikić, Keller editore, 2019
Grecia di «The passenger magazine», Iperborea, 2019
Colori d’autunno di Henry D. Thoreau, Lindau edizioni, 2019
Storia del Mediterraneo in 20 oggetti di Amedeo Feniello e Alessandro Vanoli, Laterza, 2018
Una volta in Europa di John Berger, Bollati Boringhieri, 2003 (fuori catalogo)
Il libro dei vulcani d’Islanda di Leonardo Piccione, Iperborea, 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *