Categorie
Recensioni

Cose che (non) ho capito di New York Stories

{Previously on…}

Insomma, la questione con New York Stories non è ancora terminata. È un libro che mi portata a riflettere molto, non tanto sull’idea di New York – finché non metto piede non potrei averne una, potrei immaginarla ma non corrisponderebbe alla realtà –, quanto al mio gusto letterario. Vi parlerò brevemente, anzi elencherò ciò che ho capito e non, ma soprattutto che ho gradito della raccolta curata da Paolo Cognetti. Poi attendo la vostra opinione.

Categorie
Recensioni

New York Stories a cura di Paolo Cognetti

È una storia d’amore quella descritta in New York Stories, non saprei come definire il libro che Paolo Cognetti ha curato per Einaudi. I sintomi sono quelli infatuazione, della delusione più cocente e dei ricordi più intensi.

Categorie
Recensioni

A pesca nelle pozze più profonde di Paolo Cognetti

Paolo Cognetti è lo scrittore che mi ha fatto (ri)avvicinare ai racconti dopo aver letto I racconti di Pietroburgo di Gogol, uno dei miei libri preferiti di sempre. Non ritengo il genere inferiore al romanzo, solo che spesso ho bisogno di storie più dilatate per capire i punti interrogativi di una storia. Spesso non trovo le risposte. Un po’ come accade per i libri di poesia. Ritornando A pesca nelle pozze più profonde edito da Minimum fax, è il libro che non si può non leggere: maturo, mai banale e avvincente come un romanzo. Osp, racconto! L’ho ribadito più volte: Cognetti potrebbe anche dedicarsi ai trattati di medicina e sicuramente riuscirebbe brillantemente. È un talento naturale, la sua scrittura.