Categorie
Recensioni

Leggere la montagna

Ricordo come fosse ieri la prima volta che vidi la grande montagna. Scintillava nella placida maestà d’una luna settembrina e pareva, nell’immobilità della notte autunnale, l’incarnazione stessa del mistero, la dimora ideale per gli spiriti di cui, stando alle antiche leggende, pullulano le pendici sferzate da massi. Da quell’istante fui uno dei più reverenti adoratori della grande vetta, e ogni qualvolta la roccia possente appare sull’orizzonte lontano, ne saluto l’avvento con devotissima gioia.

Categorie
Fuori dai libri Recensioni

Playlist di agosto, un abito nuovo

Ho un vestito nuovo, più leggero, pochi fronzoli: il blog aveva proprio bisogno di aprire le finestre per fare entrare aria fresca, la necessità di rendere migliore la lettura a chi approda qui. Ho ridisegnato il logo, seguendo le mie inclinazioni più naturali. Si accettano suggerimenti: migliorarsi è doveroso. Di solito le rinascite coincidono con la primavera o inizio anno, ma le regole sono fatte per essere smentite.

Categorie
Recensioni

Heimat di Nora Krug

L’uno febbraio sono stata ad un corso sull’albo illustrato, la relatrice, Emanuela Bussolati – scrittrice e di libri per l’infanzia – ha fatto un’osservazione molto giusta riguardo i libri celebrativi e commemorativi (Natale, Festa della Mamma, Olocausto): un editore per esigenze di marketing è costretto a lanciarli nel periodo decretato ma nulla vieta di raccontarli al di fuori della ricorrenza, soprattutto quelli con implicazioni sociali, antropologiche. Dunque, forte di questa lucida affermazione ho deciso di parlare di Heimat di Nora Krug (Einaudi), a circa 20 giorni dal 27 gennaio, quando si ricorda il dramma dei campi di concentramento nazisti.