Categorie
Recensioni

Pensiero madre a cura di Federica De Paolis

Io invece mi sono imbastardita. Ho studiato, ho preso le distanze dai vostri sacrifici e dalla vostra sofferenza. Sì, i contratti precari, i mille lavori, il muto e i debiti, i pochi soldi in tasca, ma non basta. La verità è che ho un solo modo di rimanere proletaria: fare dei figli. L’unica nostra essenza, un tratto distintivo, uno scudo. Credere che altri, dopo di noi, andranno a stare meglio. Li spargeremo nel mondo come fiori e piante per migliorarlo mentre concentreremo su di loro gioie e dolori. I figli come una bussola per definire una posizione. La potenza di chi resiste, di chi si prende cura dell’amore con due spicci. I figli come forma di resistenza, non individuale e intima, ma collettiva. Credo in tutto questo?