Categorie
I piccolini Le mie letture

Mare e balene

Per giorni ho riflettuto se fosse giusto accostare a Herman Melville un fumetto, trovare un modo per raccontarli. Solitamente si confronta un nome altisonante a un altro di pari livello, ma qui le cose sono ben diverse, non so come sia venuta fuori questa unione insolita.

Due titoli, due generi, due lettori. Toni e atmosfere sono decisamente differenti, ma entrambi maneggiano quella materia bellissima che è il mare. E il curioso caso delle balene.

Categorie
I piccolini Le mie letture

I piccolini – L’Uomo Montagna di Séverine Gauthier e Amélie Fléchais

Quando domenica sera Paolo Cognetti, a Che tempo che fa, parlava di radici in merito al suo libro, su come i luoghi in cui non siamo stati possono diventare case, mi è balenato in mente L’Uomo Montagna, fumetto di Tunué scritto da Séverine Gauthier e illustrato da Amélie Fléchais. Perché anche qui, tra le tante cose, si parla di radici, della ricerca e soprattutto del momento in cui quella sensazione si fa viva.

Categorie
Le mie letture

Rughe e La casa di Paco Roca

Li ho letti nel giro di qualche ora, Rughe e La casa di Paco Roca, entrambi di casa Tunué, avendo la sensazione che fossero legati da un doppio filo. Sono datati rispettivamente 2008 e 2016, a distanza di otto anni il tema della memoria viene sviscerato ulteriormente. L’indagine all’interno di microcosmi così intimi, come la famiglia e le sue dinamiche, acquista un significato materico, differente e simile allo stesso tempo. Paco Roca affronta la questione con una punta di ironia nonostante emerga una patina malinconica come nelle vecchie fotografie in bianco e nero.