Categorie
Le mie letture

La gioia piccola d’esser quasi salvi di Chiara Valerio

Di Chiara Valerio avevo inizialmente idea di leggere l’ultimo libro, Almanacco del giorno prima, ma non ero molto convinta del momento. Così ho pensato di andare a cercare tra le origini dei suoi lavori e così mi sono imbattuta in questo titolo, lunghissimo e armonioso, La gioia piccola d’esser quasi salvi edito da nottetempo (si scrive in minuscolo). L’ho preso al volo senza chiedermi di cosa trattasse: il titolo mi bastava. Poi, mi fido di questa casa editrice anche perché pubblica la sempre splendida Milena Agus, della quale ho letto tutto.
Categorie
Le mie letture

Scena padre

Mi raccomando, non regalate Scena padre a padri novelli o in dirittura d’arrivo ma alle mamme o a padri di lungo corso. Non perché sia un libro che tratta della paternità duramente, anzi l’approccio è pieno di meraviglia e confusione, di allegria  e riflessione.
Categorie
Le mie letture

Tubì, tubì di Neige De Benedetti

Tubì, tubì, opera prima di Neige De Benedetti – meglio conosciuta come fotografa e come autrice di libri di fotografia – si insinua nella testa e non va più via. È una lettura che ti invita a proseguire pagina dopo pagina. È una messa a fuoco su un percorso di emotività e di istinti e non c’è malinconia in questa esplorazione della sofferenza, che abbraccia due diverse età. Perché non è la sofferenza la protagonista di questo racconto.