Follow:
Recensioni, I piccolini

I piccolini – La regina delle nevi di Hans Christian Andersen

I piccolini - La regina delle nevi di Hans Christian Andersen - interno storie

L’inverno è della neve, del Nord Europa, del calore e dell’attesa della primavera; ma è anche il suono delle fiabe, di dialogo intimo con se stessi.
Si osserva davanti alla finestra il vorticare leggero della neve in una danza fuori dal tempo:

cadeva qualche fiocco di neve e uno, il più grande di tutti, si posò sul bordo di una delle fioriere. Il fiocco crebbe sempre di più fino a trasformarsi nientemeno che in una donna vestita di un finissimo velo bianco che sembrava tessuto con milioni di fiocchi simili a stelle. Era bellissima e raffinata, ma di ghiaccio, di ghiaccio abbacinante e splendente. Eppure viva: i suoi occhi erano fissi come due fulgide stelle, ma non albergavano né calma né pace.

È La regina delle nevi di Hans Christian Andersen – nell’edizione dell’Ippocampo illustrata da Sanna Annukka, il cui piglio nordico è ben intuibile nella tratto grafico e pieno –, una fiaba, che in qualche modo ha a che fare con la più grande ambizione umana, l’eternità.

In quella nevicata così speciale si nasconde il principio malvagio di tutta la vicenda.
Gerda e Kay sono vicini di casa, unite da una piccola coltivazione di rose. Durante quei giorni freddi e d’impazienza attendono la primavera e la fioritura per poter trascorrere del tempo insieme.
Due frammenti di specchio di vetro colpiscono l’occhio e il cuore del bambino, opera della Regina delle nevi, la quale crede solo nel suo mondo di perfezione glaciale. Kay perde sensi e memoria, e su uno slittino è condotto alla dimora della regina. Sarà Gerda ad affronta il pericoloso viaggio alla ricerca dell’amico scomparso.

I piccolini - La regina delle nevi di Andersen - interno storie

La ricerca del prossimo attraverso la storie narrate dalle creature incontrate lungo il cammino, la conoscenza di se stessi: Andersen mette molta carne sul fuoco e non mancano i tanti temi che ricorrono il passaggio dall’infanzia all’età adulta, l’amicizia, le illusioni e le difficoltà della vita sempre rischiarati dalla luce cristiana.
La fiaba è corredata di incantesimi e tutta la magia dell’autore danese; senza però limitare il filtro della realtà e male attraverso coltelli e crudeli intenzioni.
Ma soprattutto Andersen fa di una bambina, Gerda, la sua eroina che salverà Kay senza ricorrere alla violenza ma all’astuzia e alla fiducia verso chi è disposto a aiutarla.
Sullo sfondo si staglia l’opposizione tra inverno/estate, luce/buio – condizioni climatiche con le quali bisogna fare i conti –, che contraddistingue buona parte della produzione letteraria scandinava dalle connotazioni fortemente simboliche.

 
Titolo: La regina delle nevi
Autore: Hans Christian Andersen
Editore: L’ippocampo
Traduttore: Eva Kampmann
Pagine: 88
Anno di pubblicazione: 2015
EAN: 9788867221660
Prezzo di copertina/ebook: € 15,00
Età di lettura: dagli 8 anni

Commenti da Facebook

Share:
Previous Post Next Post

Potrebbe interessarti anche...

Nessun Commento

Lascia un commento